Il telefono fisso conviene ancora a casa? Tutto ciò che c’è da sapere

Con tariffe mobile sempre più convenienti, tenere la linea fissa a casa ha rappresentato, per molti italiani, un mero dispendio di denaro. Diverse persone tengono il telefono fisso per una questione di abitudine, oppure a causa di un rapporto abbastanza burrascoso con la tecnologia, altri, sottoscrivono promozioni per la rete internet domestica in cui il telefono è incluso.

Insomma, in un mondo in cui dal proprio dispositivo mobile è possibile inviare e ricevere messaggi ed e-mail in modo istantaneo, navigare in rete, telefonare e fare una miriade di altre cose come scaricare app slot, con piani tariffari particolarmente economici ed accessibili a tutti, viene da chiedersi in maniera spontanea se, in effetti, valga ancora la pena tenere la rete fissa a casa, con una spesa non sempre contenuta.

In ogni caso, come abbiamo già accennato in precedenza, ci sono ancora moltissimi italiani che utilizzano il telefono fisso a casa. Nelle prossime righe andremo a scoprire il motivo di questa scelta e se, di fatto, la rete fissa possa ancora convenire.

Perché il telefono fisso sopravvive in Italia? Dati e motivazioni

Stando ad una ricerca recentemente resa pubblica di Facile.it, gli italiani che usano ancora il telefono fisso sono 26.5 milioni, ossia circa il 61% degli abitanti del Bel Paese. L’indagine, però, ha fatto luce sulle diverse motivazioni che spingono le persone nei confronti di questi dispositivi, continuando a farli essere un trend domestico.

I dati, comunque, lasciano evincere che le esigenze che il telefono fisso soddisfa nelle dimore italiane, comunque, siano diverse rispetto a ciò che spingevano le persone in passato a sottoscrivere piani di copertura telefonici. Il 41% del campione di intervistati, infatti, ha spiegato di conservare il telefono fisso per ragioni di sicurezza, adoperandolo soltanto in caso di emergenza.

Il 28%, invece, sostiene di averlo conservato per le conversazioni con pochi intimi, amici e familiari. È chiaro, dunque, che il telefono fisso sia rimasto un bene ad uso limitato. 17 milioni di persone hanno già rinunciato a filo e cornetta ed il 59% di questi hanno scelto di farlo per ragioni economiche, mentre il 45% lo ha completamente sostituito dal cellulare. Un altro 19%, invece, ha rinunciato alla rete fissa a causa del disturbo costante arrecato dai call center.

Le attuali dinamiche di mercato nella telefonia fissa

Come le stesse ricerche spiegano, poi, un altro importante motivo che spiega la diffusione ancora così capillare delle reti telefoniche fisse nelle case degli italiani è rappresentato dai vincoli di contratto a cui chi sottoscrive con le varie compagnie è soggetto. In molti casi, infatti, nonostante si abbia bisogno soltanto di una connessione a Internet casalinga, ovviamente più veloce e dal traffico dati illimitato rispetto alle reti mobili dei cellulari, si è spinti dalle politiche della compagnia telefonica a sottoscrivere un contratto in cui sia presente anche la rete telefonica fissa.

Non esiste nessuna legge, al momento, che permette al consumatore di opporsi e, data l’importanza della rete Internet domestica per la connessione di più dispositivi e l’utilizzo intensivo di computer e smart TV, ci si vede costretti ad avere anche la linea fissa a casa. In ogni caso, esistono, oggi, compagnie che offrono soltanto una connessione a Internet domestica, senza il vincolo contrattuale del telefono fisso.

Resta il fatto che, come abbiamo visto, esistono ancora dei motivi, assolutamente validi, per i quali la rete fissa costituisca ancora una costante in moltissime case italiane. Possiamo affermare, però, che viste le possibilità dei telefoni cellulari, ricevere soltanto una buona connessione via cavo rappresenta la scelta migliore per molte famiglie.

Valutazioni degli utenti (anonime)

Lascia un commento